Carissimi soci, sostenitori e lettori,

questo nuovo anno porterà a breve cambiamenti significativi nella vita dell’Associazione. A breve sarà attivo il nuovo sito, rinnovato nella grafica e nell’organizzazione dei contenuti. Ci piacerebbe che il sito dell’AIPS diventasse un punto di riferimento per tutti coloro che sono interessati alla psicologia dello sport: in primo luogo per gli psicologi che operano nel contesto sportivo, come stimolo al confronto e alla crescita personale, ma anche per tutti gli altri attori del mondo sportivo, per una reale conoscenza del livello e dei contenuti della psicologia dello sport, come campo specifico di intervento e ricerca, in Europa e nel mondo. La novità più rilevante è rappresentata dal fatto che l’Associazione darà un nuovo e significativo impulso ad iniziative sul piano della formazione e dell’aggiornamento.L’AIPS è l’Associazione storicamente più significativa; è stata fondata nel 1974 dal Professor Ferruccio Antonelli, che le ha dato subito un forte spessore culturale, collegandola alle Società internazionali, lInternational Society of Sport Psychology (ISSP)  e lEuropean Federation of Sport Psychology (FEPSAC) .In questa direzione l’AIPS ha continuato a muoversi nel tempo, al di là delle mode e delle tecniche basate a volte su personalismi o sull’improvvisazione. Da parecchi anni, ai Congressi e ai seminari AIPS vengono invitati relatori che rappresentano l’élite della psicologia dello sport a livello nazionale ed internazionale, in termini sia scientifici che applicativi: fra gli altri, hanno partecipato Joan Duda (motivazione), Yuri Hanin (stati emozionali), Jeffrey Martin (sport adattato), Terry Orlick (peak performance), Thomas Schack (processi cognitivi e azione), Sidonio Serpa (coaching e leadership), Joan Vickers (quite eye), Cathy Craig (percezione e azione), Aymeric Guillot (imagery), Roland Seiler (psicologia dello sport in Europa), Gershon Tenenbaum (l’eccellenza nello sport), Paul Holmes (neuroscienze). Nel 2016 a Bologna, in concomitanza del Congresso, è stata organizzata una riunione del Consiglio direttivo della FEPSAC, e tutti i componenti sono stati coinvolti in modo attivo con delle relazioni, a partire da Anne-Marie Elbe, attuale Presidente, che si occupa di aspetti autoregolatori nella prestazione.Consapevole di questa sua rilevante dimensione culturale, l’AIPS, che ha al suo interno diversi psicologi dello sport già impegnati da anni sia con atleti, sia nella promozione e nella formazione per enti ed istituzioni, ha ritenuto opportuno allargare il suo campo di intervento e offrire ai propri iscritti possibilità diretta di aggiornamento, formazione e supervisione. Ci sono quindi rilevanti lavori in corso in questa direzione. Tutte le iniziative, come di consueto, verranno inserite sul sito.

Infine, riparte la campagna di iscrizione 2017. Nell’area del sito trovate tutte le indicazioni utili per il rinnovo o la nuova iscrizione.
Con l’augurio che questo 2017 sia un anno sereno e proficuo.

Laura Bortoli – Presidente AIPS