[:it]

 

• Nel confronto tra due atleti praticanti sport di combattimento o di opposizione, di uguale preparazione tecnico-tattica e fisica, perché uno vince?
• Perché un atleta dimostra maggiore resilience rispetto agli eventi negativi?
• La coesione tra i membri di un team è un elemento sufficiente a condurre alla vittoria?
• Quali sono le strategie utilizzate dagli atleti di successo per superare lo stress da competizione e ottimizzare le proprie risorse mentali?
• Quali le modalità d’insegnamento più efficaci nelle varie fasi dell’addestramento?
• Come si dovrà programmare l’allenamento (e la carriera) di un atleta che competerà per l’alto livello?
Un manuale pensato per gli studenti dei corsi di laurea in scienze motorie e dei master in psicologia applicata allo sport, ma anche per i tecnici sportivi e gli allievi dei corsi di alto livello per la formazione degli allenatori.
Uno strumento che finalmente considera sotto un profilo applicativo aspetti troppo spesso trattati esclusivamente sotto quello teorico-scientifico e, pertanto, difficilmente “maneggiabili” dal punto di vista dell’insegnante/allenatore.
La prima parte del volume è dedicata all’esame dei processi cognitivi di maggior importanza per la psicologia applicata allo sport. Vengono quindi spiegati i processi della percezione, attenzione e della memoria, alla base dell’apprendimento delle azioni motorie, per poi considerare gli aspetti motivazionali e le connesse dinamiche emotive, così come l’influenza dell’arousal, dello stress, dell’ansia in rapporto alla prestazione.
Nella seconda parte, sono invece affrontati i temi relativi all’apprendimento motorio, alle dinamiche all’interno del gruppo sportivo e alla personalità dell’atleta vincente. Concludono il testo due schede sul problema avviamento/specializzazione e sul ruolo dell’allenatore.

Pietro Delfini, già atleta, poi maestro di sport, allenatore, psicologo, è stato coordinatore del Dipartimento di Psicologia dell’Istituto di Scienza dello Sport del Coni, e professore a contratto presso la Facoltà di Scienze Motorie S. Raffaele di Roma.[:]